Statuto - Medusa

Vai ai contenuti

Menu principale:

Statuto

Chi siamo
 
 
 
 
 
 

STATUTO

ART. 1

Costituzione E’ liberamente costituita l’Associazione culturale “Medusa – Società versiliese di cultura” (di seguito denominata Associazione). Si tratta di una associazione apolitica, con durata illimitata nel tempo e senza scopo di lucro, regolata dalle norme del Codice civile e dal presente statuto.

ART. 2

Sede legale La sede legale dell’Associazione è a Viareggio, hotel Esplanade, Piazza Puccini 18.

ART. 3

Finalità a) Le finalità dell’Associazione sono la programmazione, gestione e organizzazione di eventi culturali quali incontri, letture poetiche, conferenze, convegni, proiezioni cinematografiche, mostre d’arte; l’attività editoriale ed espositiva; la gestione e programmazione di spazi di spettacolo con finalità culturale. Tali attività si svolgeranno nel solco della tradizione culturale viareggina e versiliese. b) Per il raggiungimento dei suoi scopi l’Associazione può collaborare con amministrazioni, enti ed imprese di natura pubblica e privata, istituti, università, associazioni, forze sociali ed altri organismi italiani e stranieri, stipulando con essi, se opportuno, accordi e convenzioni.

ART. 4

L’amministrazione e le risorse a) Il patrimonio dell’Associazione è costituito dalle quote associative, dai proventi delle proprie attività culturali e promozionali, da contributi e finanziamenti di terzi. b) L’Associazione può ricevere contributi da parte dello Stato e di altri soggetti pubblici e privati e accedere a finanziamenti previsti dalle norme comunitarie, statali, regionali, provinciali e comunali. c) Stante la natura non-profit dell’Associazione, non è ammessa la distribuzione di eventuali attivi di bilancio, che dovranno essere destinati agli scopi istituzionali dell'Associazione.

ART. 5

Gli organi dell’Associazione Gli organi dell’Associazione sono: l’Assemblea degli associati; il Consiglio direttivo; il Presidente dell’Associazione.

ART.6

L’Assemblea dei soci a) L’Associazione è retta dall’Assemblea generale. Sono membri dell’Assemblea generale tutti i soci. L’Assemblea ha il potere di definire gli indirizzi generali cui si deve ispirare l’attività gestionale, approvare i bilanci e il regolamento dell’Associazione, nominare il Consiglio direttivo, surrogare eventuali consiglieri dimissionari, deliberare le modifiche allo Statuto e l’eventuale scioglimento 1 dell’Associazione; più in generale, spetta all’Assemblea esercitare i poteri concernenti l’amministrazione ordinaria o straordinaria, che non siano attribuiti dalla legge o dallo statuto ad altro organo. b) I membri dell’Assemblea generale possono aumentare fino ad un numero illimitato. La decadenza dallo status di socio è deliberata dal consiglio direttivo in seguito al mancato pagamento di due quote annuali: in ogni caso per partecipare con diritto di voto alle assemblee i soci devono essere in regola con i pagamenti. c)L’ingresso di nuovi associati avviene per accettazione da parte del Consiglio direttivo. d) L’assemblea dei soci si riunisce almeno due volte l’anno, quando sia necessario o sia richiesto dal Consiglio direttivo o almeno da un quinto degli associati. E’ convocata con un preavviso di almeno una settimana, mediante lettera raccomandata, e-mail, sms o messaggio whatsapp, inviati a tutti gli associati compresi nel libro dei soci, tenuto a cura del segretario del Consiglio direttivo. e) Le riunioni dell’assemblea possono essere ordinarie o straordinarie. L’Assemblea ordinaria elegge il Consiglio direttivo; approva il bilancio consuntivo (entro il 31 maggio di ogni anno) predisposto dal Consiglio direttivo; determina gli indirizzi dell’associazione; surroga i componenti dimissionari del consiglio direttivo; approva il regolamento dell’Associazione. L’Assemblea straordinaria delibera sulle modifiche dello Statuto e sull’eventuale scioglimento dell’Associazione. Le deliberazioni dell’assemblea sono regolarmente assunte, in prima convocazione, con la presenza di almeno la metà degli associati iscritti nell’apposito libro dei soci, e con il voto favorevole della maggioranza dei presenti. In seconda convocazione, la deliberazione è valida qualunque sia il numero dei soci presenti ed è regolarmente assunta con il voto favorevole della maggioranza dei soci intervenuti. Per modificare lo Statuto è necessaria, in unica convocazione, la presenza di almeno due terzi dei soci e il voto favorevole della maggioranza degli intervenuti, inclusa la maggioranza assoluta dei soci fondatori. Per deliberare lo scioglimento dell’associazione e la devoluzione del patrimonio occorre il voto favorevole di almeno i tre quarti degli associati, inclusa la maggioranza assoluta dei soci fondatori. Qualora l’assemblea straordinaria sia indetta per discutere proposte di modifiche statutarie o lo scioglimento dell’Associazione, la convocazione deve avvenire tramite lettera raccomandata o posta elettronica certificata, almeno dieci giorni prima della seduta.

ART. 7

Soci fondatori Sono soci fondatori gli associati che hanno sottoscritto l’atto costitutivo. Le deliberazioni riguardanti le modifiche dello Statuto, lo scioglimento dell’Associazione e la sfiducia al Presidente non sono valide se non vengono assunte con il voto favorevole della maggioranza assoluta dei soci fondatori.

ART. 8

Il Consiglio direttivo a) L’Assemblea dei soci elegge al suo interno un Consiglio direttivo avente le funzioni di programmazione, gestione della amministrazione ordinaria e di adozione ed esecuzione dei programmi in conformità con gli indirizzi generali definiti dall’Assemblea Generale. Esso è formato da un numero di componenti compreso fra un minimo di sette e un massimo di undici, incluso il Presidente; la sua durata è di tre anni, rinnovabili secondo quanto stabilito dal regolamento dell’Associazione. b) Il Consiglio direttivo (Cd) elegge al suo interno il Presidente dell’Associazione, il vice presidente e il segretario-tesoriere. c) Il Consiglio direttivo si riunisce per impulso della presidenza o quando almeno un terzo dei componenti ne faccia richiesta scritta. Predispone i programmi dell’Associazione, tenendo conto delle indicazioni generali dell’Assemblea; prepara le bozze dei bilanci da sottoporre all’Assemblea e le proposte da sottoporre alla stessa Assemblea; predispone il regolamento per il migliore funzionamento dell’Associazione, da sottoporre all’Assemblea per l’approvazione; stabilisce le quote sociali; vigila sulla regolare tenuta dei libri dei verbali, della contabilità, del libro dei soci. d) La convocazione del Cd avviene con le stesse modalità previste per le assemblee ordinarie. Le riunioni del Cd sono valide con la presenza della maggioranza dei componenti del Consiglio stesso e sono regolarmente assunte se prese con il voto favorevole della maggioranza dei presenti. In caso di parità prevale il voto del Presidente. e) Il Presidente, i membri del Cd e i soci che abbiano sostenuto spese relativamente a incarichi assegnati dal consiglio hanno diritto al rimborso delle spese sostenute per ragioni del loro ufficio. Le spese dovranno essere preventivamente autorizzate dal Cd e opportunamente documentate.

ART. 9

Il Presidente dell’Associazione a) Il presidente ha la rappresentanza legale e giudiziale dell’Associazione. Convoca e presiede l’Assemblea Generale e il Cd, proponendo le materie da trattare nelle adunanze. Verifica, in ogni caso, che nella esecuzione dei programmi vengano rispettati gli indirizzi definiti dall’Assemblea Generale. In caso di impedimento o assenza temporanea, viene sostituito dal vicepresidente. b) Il Presidente può, per comprovati motivi, decadere in seguito a un atto formale di sfiducia. Tale deliberazione, proposta da almeno un terzo degli associati o dalla maggioranza del Consiglio direttivo, per avere efficacia deve ottenere il voto favorevole della maggioranza assoluta dei soci fondatori. In caso di decadenza del Presidente, l’assemblea provvede nel più breve tempo possibile a rinnovare il direttivo.

ART.10

Scioglimento e disposizioni finali a) Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato, ai sensi del Codice civile, dall’Assemblea generale secondo le modalità indicate agli articoli 6 (comma “e”) e 7. Eventuali attivi economici residui saranno devoluti a una o più associazioni di beneficenza, individuate dall’Assemblea al momento dello scioglimento. b) Tutte la cariche elettive sono gratuite e aperte a tutti i soci, salvo eventuali rimborsi per spese documentate e autorizzate, di cui all’articolo 8 comma “e”) c) Per quanto non previsto dal presente Statuto, valgono le norme di legge vigenti in materia. L’atto costitutivo e lo statuto, composto da dieci articoli, sono approvati all’unanimità. Il presente atto, redatto in forma di scrittura privata, consta di sei pagine. E’ letto, approvato e sottoscritto dai soci fondatori. Viareggio, 19 dicembre 2015


 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu